Commenti di poesia: Il meglio

OGNI CENTO FANS AGGIUNGO UN NUOVO COMMENTO!

11 gennaio, 2007

Il meglio

Se non puoi essere un pino in cima alla collina.
sii un arbusto nella valle, ma sii
il miglior, piccolo arbusto accanto al ruscello;
sii un cespuglio, se non puoi essere un albero.
E se non puoi essere un cespuglio, sii un filo d'erba,
e rendi più lieta la strada;
se non puoi essere un luccio , allora sii solo un pesce persico:
ma il persico più vivace del lago!
Non possiamo essere tutti capitani, dobbiamo essere anche equipaggio.
C'è qualcosa per tutti noi qui,
ci sono grandi compiti da svolgere e ce ne sono anche di più piccoli,
e quello che devi svolgere tu è li, vicino a te.
Se non puoi essere un'autostrada, sii solo un sentiero,
se non puoi essere il sole, sii una stella.
Non e grazie alle dimensioni che vincerai o perderai:
sii il meglio di qualunque cosa tu possa essere.

(Douglas Malloch)

Poesia schietta sull'essere ciò che si è. Elementi naturali, dall'inizio alla fine: dal pino al cespuglio, dal sole fino alla stella. E' un'esortazione a vivere secondo la propria natura: chi parla di umiltà al riguardo, non ha tutte le ragioni. E' una poesia per ambiziosi, una poesia che guarda in alto, fin dal titolo: non alla quantità, alla mole, al numero, bensì alla qualità. Tra il pino che spicca sul monte e l'arbusto non c'è tutto quel contrasto che si percepisce a prima vista: in realtà entrambi sono ciò che sono, e una stessa sostanza, al fondo li unisce: entrambi sono di legno. Così l'albero e il cespuglio, la via e il sentiero: massima unificazione, il sole e la stella, dato che il sole stesso non è che una stella di dimensioni enormi.

C'è una sorta di ebbrezza panica in sottofondo, un'esaltazione dell'unione di tutte le cose che devono avere una sola mira: fare al meglio ciò per cui sono nate, per cui sono al mondo. E' un imperativo, un comando: vincere o fallire, ma combattere per essere ciò che si è, con il limite che la propria natura impone. E' bene ripeterlo: questo non significa umiltà rassegnata, al contrario, è tensione titanica, combattente, verso il meglio. Un climax ascendente sembra condurre il guerriero, che sia capitano o soldato semplice, verso la luce, lungo un'epica avventura: lo sguardo si amplia, dal ruscello, ai cespugli, al lago, al sentiero, fino alle stelle del cielo. Tutti gli elementi sono coinvolti: terra, acqua ed aria. Solo abbracciando l'universo si arriva ad incarnare la propria essenza, quell'essenza che è luce pulita, senza ombre, che sia il riflesso luminoso di un piccolo corso d'acqua o il chiarore intenso del sole. Gli orientali hanno una loro parole per tutto ciò: karma. Fare qualsiasi cosa al meglio. Così tu, che hai letto questo commento fin qui, spero lo abbia letto bene, ed io, da parte mia, ho cercato di scriverlo al meglio, anche se non sono un critico ufficiale: sono solo quello che lotta per essere, nonostante i passi falsi, il meglio di sé.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

é una poesia bellissima speriamo k questa interpretazione mi aiuti ad analizzarla meglio agli esami.
in realtà cercavo un analisi del testo ma in altri link ne ho trovate alcune fredde e distaccate k cmq sarebbero state fuori dal mio stile xkè troppo concentrate sulla struttura poco sul significato. Anke perchè x me di una poesia la struttura conta solo x ampliarne la bellezza ma sn il significato e le emozioni a rendere una poesia importante. speriamo k il commento mi aiuti ad adottare il mio trucco anti analisi strutturale k uso di solito per parlare poco della struttura del testo facendo credere ai prof k so chissachè su come è fatta una poesia e invece parlo sl di cosa significa x me, evitando la solita fredda analisi testuale ho scritto troppo?speriamo bene Angela

Anonimo ha detto...

Niente Karma, siamo occidentali. Seguiamo altre logiche.
Il testo e privo di pathos.
Bene l'elemento panico.
Ma veramente non vogliamo essere capitani?
La poesia mi sembra buona nella forma, ma povera nella sostenza.
La leggerò meglio. Chissà, un giorno forse qlcn impazzito proverà ad interrogarmi. Che sia la fiamma gialla?