Commenti di poesia: San Martino del Carso

OGNI CENTO FANS AGGIUNGO UN NUOVO COMMENTO!

02 gennaio, 2007

San Martino del Carso

Di queste case
non è rimasto
che qualche
brandello di muro

Di tanti
che mi corrispondevano
non è rimasto
neppure tanto

Ma nel cuore
nessuna croce manca

E' il mio cuore
il paese più straziato


(Giuseppe Ungaretti, L'Allegria, 1914 – 1919)


Paesaggio di guerra, tema tipico di Ungaretti. Sono le case che sanguinano, tutt'uno coi loro abitanti: un brandello di muro, ecco cosa rimane dopo la distruzione. Non si abita più da nessuna parte, l'anonimia prende il posto di numeri civici e identità abitative. Il dialogo crolla, la solitudine si fa spazio ed emerge nell'assenza totale di corrispondenze. Sembra che il mondo si sia appiattito, che abbia perso le sue dimensioni. Nessuna virgola, pensieri come colpi di mitragliatrice a lasciare residui, partizioni: di queste case, di tanti. Muri e persone: di tanti un niente.

Eppure, quando ogni speranza sembra tramontata, ecco l'avversativa ma, ad aprire il secondo fronte della poesia. E' il cuore dell'uomo che riemerge, oltre le corrispondenze, è la compassione mista a ricordo, il recupero della tridimensionalità, dello spazio, con le croci che trafiggono l'anima per risalire in superficie. Rinasce un paese, straziato, sanguinante, ma pur sempre un paese, un senso di umana comunanza che sembrava ormai perduto. E' il cuore del poeta che salva il mondo, più sofferente della sofferenza esteriore, ma proprio per questo vitale, capace di raccogliere ogni minima briciola di umanità e renderne conto: nessuno manca. E' il dolore, la tristezza come passione primaria che assume una valenza positiva, agente: costruisce un paese, una comunità, proprio nell'attimo della solitudine, nell'istante del ricordo. Siamo nel luogo più sublime dell'uomo, siamo al centro supremo, nel cuore del cuore, dove l'uomo si fa Uomo.

71 commenti:

Anonimo ha detto...

Questa poesia è stupenda come daltronde tutte le poesie di Ungaretti.
E pensare che quest'uomo era creduto un pazzo...fortunatamente hanno scoperto la bellezza dei suoi componimenti.

Anonimo ha detto...

questa poesia è fantastica...in poche parole fa capire tanto...

Anonimo ha detto...

ke minkiata.1 poesia di merda
coglione ki ha detto ke la poesia era bella.
ke minkiata

StePius ha detto...

Certo che a parlare di sofferenza si dà sempre fastidio.
Rispetto la tua opinione se tu rispetti quella degli altri, perciò vacci piano con gli insulti.

buona giornata.

Anonimo ha detto...

A STEPIUS TE POSSO DA DEL TU:MA VATTE A PIGLIA NER CULO!!!!!
MA VA MORI' AMMAZZATO!!!

StePius ha detto...

Ahò, sei mejo de Trilussa

Anonimo ha detto...

Piano con gli insulti!
comunque, se Ungaretti è giudicato bravo io rispetto questa opinione,
ma credo che anche io verrei giudicato un poeta se mettessi insieme delle frasine riferite a un argomento in particolare...

Anonimo ha detto...

è stupenda questa poesia...

Anonimo ha detto...

Che bella questa poesia.......ma perchè tuttte le poesie non sono così belle!!! Secondo me le poesie sono le emozioni e i sentimenti più belli che vengono dal cuore...e a volte sono soprattutto le poesie a farti esprimere tutto quello che non si riesce ad esprimere con le parole. E secondo me Ungaretti è molto bravo a scrivere poesie perchè fa capire i sentimenti che prova nello scrivere la poesia.

Anonimo ha detto...

ma...io credevo che me davate qualche indizio..ma ce so sl pensieri personali...ma xk nn prendete come esempio "yahoo"....è molto + fornito di voi...bleeeeee =)

StePius ha detto...

Chissà perché quelli di yahoo qualche volta rimandano qui ;-)

ciao

Anonimo ha detto...

odio essere obbligata a studiare delle poesieeeeeeeeeeeeeee..vi potra sembrare pure bella a voi..ma a me..NOO!..me la dv sentire di studiare o interpretare una poesia..se mi obbligate nn ce gusto..scuola di m.....

Anonimo ha detto...

x me qst poesia è molto significativa ed esprime tutte le sofferenze legate alla guerra...

Anonimo ha detto...

MOLTE PERSONE POSSONO SCRIVERE DELLE POESIE MA NESSUNO è MIGLIORE DI UNGARETTI.
QUESTA POESIA DURA QUALCHE STROFA MA DICE MOLTO.

Anonimo ha detto...

questa poesia esprime in pochi versi l'orrore,la distruzione che la guerra produce

Anonimo ha detto...

Sti romanacci sn sempre i + cafoni ! (naturalmente non tutti .. intendiamoci )
Ungaretti è un gande possiamo dire .
E' unico ... ecco xkè nn tutti siao poet !!
p.s. xkè nn ci provi tu a mettere alcune parole insieme riferite ad un argomento x fare una poesia ??!??!

Anonimo ha detto...

nn è vero ke i romani sn volgari anke se io nn sn romana... cmq la poesia è molto bella ed è 1 di qll ke ho studiato + volentieri... ciao

Anonimo ha detto...

METTETE UN COMMENTO DECENTE!!!
così poxo copiarlo e mett sulla my tesi!!!!
susu a lavoro

raffy ha detto...

d'accordissimo sul rispetto reciproco delle opinioni...ma che valore ha un opinione se ci si nasconde dietro la codardia dell'anonimato? mi fa tristezza che occasioni di comunicazione siano usate per sfogare sl aggressività..si potrebbe imparare tnt se sl si leggesse a fondo il patrimonio letterario che ci hanno lasciato poeti di tutto il mondo..e nn sl x "scopiazzare"!
scusate per il lungo sfogo ma da specializzanda in produzione culturale era dovuto...mi chiedo a servizio di ql cultura mettero le mie umili conoscenze...

StePius ha detto...

Ciao Raffy,
spiace anche a me che qualcuno si comporti da parassita e cerchi solo materiale da scopiazzare. Non per questo bisogna smettere di diffondere cultura: il rischio più grosso è quello di chiudersi in un circolo ed escludere il resto del mondo perchè non sa e non vuole capire. Ma la cultura che non si associa all'educazione, intesa come qualcosa in più dell'insegnamento, ha un valore prezioso ma limitato.
Grazie e in bocca al lupo per i tuoi studi.

Anonimo ha detto...

Ahò l'hanno finalmente distrutto 'sto paese di merda.

E tante altre merde l'hanno distrutte pure.

Ma a me che 'mme frega?!


Confrontate questo con la pooesia di Ungaretti e se non capite perché quella è un capolavoro e questa una minchiata, poveretti voi: purtroppo per voi non c'è niente da fare.

Anonimo ha detto...

vorrei dire all'ultimo anonimo ke è uno stupido perkè nn si può essere così sfacciati e critici parlando di un tema come la guerra.
quindi è maglio ke si vergogna!!

Martina ha detto...

secondo me è totalmente inconsapevole dire che una poesia del genere è una "minkiata"...probabilmente, infatti, la giudica così chi non si sofferma a riflettere sul significato delle espressioni usate...perchè ogni espressione è un concentrato di significati ed emozioni..si può dire che non piaccia l'ermetismo, che non è nei gusti personali...ma non si può definire "poesia di merda" questa meraviglia...forse chi commenta in quel modo dovrebbe metterci un pò di buonsenso e lasciare da parte l'arroganza, e semplicemente ragionare ed ammettere...

Anonimo ha detto...

oggi per la prima volta sn entrato in questo sito a causa della mia prof di italiano e mi sn accorto quanta gente stupida c'è in giro ma ke cazzo ve ne frega de ungarettiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Anonimo ha detto...

...............bella!!!!!!

Anonimo ha detto...

Che soggetti k siete leggete poesie ahahah!!!!Nn vi andate a trovare una femmina invece ti perdere tempoo....



ps:io sn in questo sito per pura casualità

Anonimo ha detto...

Sarebbe bello se le poesie parlassero della FICA.
Nn capite tt il mondo gira intorno alla fica .
Cmq qll del commento prima del mio ha raggione....
FICA FICA FICA
FICUS
FFFFIIIIIIIICCCCCCCAAAAAAAAAAA
CMQ IL BUCO DELLO OZONO è LA FICA...

StePius ha detto...

Beh, di poeti che parlano del tuo argomento preferito ce ne sono: Marziale e Guittone d'Arezzo sono i primi che mi vengono in mente.
Ripassa quando hai letto qualcosa, magari affini anche un po' il linguaggio.

Anonimo ha detto...

anonimo....... a quel paese ci andate voi.... xkè nn capite una minkia ok????? ah ah ah ah...

Anonimo ha detto...

la ragazza te la vai a trovare tu io nn ne ho bisogno....ah e per qll del commento dopo del tuo è un grandissimo PORCO.....funk off...

Anonimo ha detto...

stepius raffy siete 2 aschloc swhul strunzen

Anonimo ha detto...

martina isch libidisch sto skerzando

Anonimo ha detto...

a ragione quello che a detto ke mankiata.,1poesia di merda ecc...............................................................................................................................................................................................................strunzen...............

Anonimo ha detto...

bella bella bella anche se a me piac di più soldati di giuseppe ungaretti....un bacio ciaoooooooooooooooooo

Anonimo ha detto...

questa poesia è stupenda.... breve ma in pochi righi racconta e specifica cosa è successo...... poi ki nn la capisce si vede k è un ciuko..........:)

Anonimo ha detto...

a me piace tanto questa poesia ti da tante emozioni e ti fa rifflettere molto...

Anonimo ha detto...

ma voi lo conoscete orazio charrier????? è 1 perfetto idiota... XD

Anonimo ha detto...

Salve a tutti!innanzi tutto grazie a chi ha scritto i commenti sovrastanti inerenti alla poesia perchè mi hanno aiutata a comprenderla meglio e ad apprezzarne maggiormente la bellezza; Ungaretti è stato un grande poeta e ringrazio il cielo che esistano ancora al mondo individui che sanno apprezzare la sua potenza comunicativa.
Frequento il secondo anno di liceo classico e non mi meraviglio che tanti cretini della mia stessa età vengano qui a rompere le scatole. Sinceramente eviterei persino di ribattere...che la feccia della società rimanga feccia.
Anche se, come diceva Rosseau (e questa citazione la prendo da uno dei miei libri preferiti, "la bambinaia francese" di Bianca Pitzorno): "la patria non può sussistere senza libertà, ne la libertà senza virtù, ne la virtù senza i cittadini. Ora, formare i cittadini non è affare da un giorno; e per avere dei cittadini adulti, bisogna istruirli da bambini".

Costanza

Anonimo ha detto...

qst è x il terzo anonimo: a deficente!!!! qua le unike minkiate so qll ke scrivi te!!! ihihihih... 6 proprio 1 cojone!!! nn capisce una minkia!!!

Anonimo ha detto...

vorrei dire all'anonimo 5 ke se ne dv annà a quel paese!!! ti fai i capperi tua si o no??? ma se po' sape' in ke razza de paese viviamo?!?!?! siete tt così volgari
blea!!! se uno al proprio parere voi scrivete il vostro... nn commentate qll degli altri, altrimenti vuol dire ke nn avete nnt da scrive e nn avete un avostra personalità!!! tié, pigliatela dv sai!! ihihih...

Anonimo ha detto...

la poesia e carina ma ce ne sono di meglioooooo

Anonimo ha detto...

bella,bella davvero

Ilenia ha detto...

Secondo me la poesia è bella..però purtroppo la sto apprezzando in un momento ke nn vorrei..mi serve solo per studiare x gli esami..e kmq..rileggevo un paio di commenti..certo ke la gente di roma è proprio volgare..il bello ke parlano dei palermitani..vado ciauu

linkinxs ha detto...

la poesia è davvero meravijosa e trovo k anke il kommento sia stato fatto ad opera d'arte...
p.s. v prego gentilmente d nn skrivere + "romanacci" nel vostro kommento...xk se io k sono romana insultassi voi dicendo sti napoletanacci sti siciliani del kavolo (x fare un esempio) nn penso vi farebbe molto piacere!!!
Beatrice.

Anonimo ha detto...

ke noia studiare le poesieeee daiii uffa

Anonimo ha detto...

Mha Non Mi Fa Impazzire Ma Devo Studiarla.Che Due Palle .-.

Anonimo ha detto...

maravigiosa!!

carla ha detto...

viste le stronzate che scrivete mi sembra giusto che vogliate rimanere anonimi, al vostro posto anche io mi vergognerei. Se siete le nuove generazioni, viva gli ottantenni che, se erano ignoranti, se ne vergognavano e non ostentavano un cervello pieno di niente.

Anonimo ha detto...

chi nn ama la poesia nn ama l'uomo, colui che nn apprezza questa poesia e solo un villano e privo di cultura!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Secondo mè la poesia di Ungaretti:"San Martino del Carso" è stupenda non solo per il contenuto ma anche per le varie metafore molto profonfe e intrise di significato.
In questa poesia si percepisce non solo il dolore causato dalla guerra ma anche la forza e la volonta dell'uomo a ricominciareme

Anonimo ha detto...

Sono un poeta questa poesia e troppo bella, tocca l'anima e il cuore molto profonda....

Anonimo ha detto...

Sono un poeta questa poesia e troppo bella, tocca l'anima e il cuore molto profonda....

Anonimo ha detto...

si è stupenda questa poesia io la sto studiando per la mia tesina cmq per quello che h detto che parlano male dei palermitani ma i veri volgari sn i romani.io sn nata a palermo ma vivo a roma ti posso assicurare che sn volgari tt e due..ciao

Anonimo ha detto...

credo che questa poesia sia molto bella, la metto anche in tesina ^^ e non m meraviglio che alcuni tra i tanti anonimi che hanno commentato, a causa della loro ridotto bagaglio cerebrale non ne capiscano il senso o la apprezzino, in ogni caso basterebbe portare rispetto verso i commenti altrui ed un tema come la guerra, com'è stato più volte ripetuto. vorrei ricordare anche all'anonimo che ha scritto circa una decina di volte fica che si capisce proprio che quest'ultima gli manca molto e ne ha talmente bisogno da voler sentire parlare di essa anche in una poesia, se fossi in te ringrazierei stepius che ti ha dato dei buoni consigli sulle letture da affrontare nei tuoi 5 contro 1!! ^_^ per quanto riguarda i commenti sui romani, avete assolutamente ragione sul fatto di non generalizzare, il problema è che i romani che si comportano in maniera cafona e maleducata vanno a rovinare la visone che gli altri hanno di tutti loro, a scapito delle persone (romane) educate e rispettose.

_chiara_ ha detto...

secondo me i gusti sn gusti, se a uno nn piace questa poesia ci sta.. ma ad arrivare ad insultare... se nn vi piace piuttosto nn commentate, ma dire così di una poesia di ungaretti che è una 'minkiata'è un po' esagerato!
_senza offesa_


:-)

Anonimo ha detto...

poesia di merda skifoooo

Facebookiana Incannita. ha detto...

E comunque io sono del parere che ogni autore abbia la sua particolarità , signora anonima che PRECEDENTEMENTE ha scritto che questa poesia secondo il suo modesto parere sia bellissima a seguito del suo collegamento con la guerra è letteralemente e scentificamente provato che QUESTA POESIA , a differenza di natale e veglia , non sono ampbientate nella guerra e si nota nettamente non solo nel contesto poetico della poesia , ma anche dall'assenza della data alla fine della lirica che l'autore osava mettere nelle poesie da lui scritte dedicate alla sua stanchezza verso la prima e la seconda guerra mondiale di cui si era preso le responsabilità, in poche parole.
E comunque a questa ce ne sono migliori.

Facebookiana Incannita.

Anonimo ha detto...

....e comunque resta una MERDATA.



Abbasso la scuola!.

LadyMillion** ha detto...

Ciao, Stephius, ho appena letto il tuo commento a questa meravigliosa poesia di Ungaretti.
Che dire! è meraviglioso!
è diversa da tutte le altre, più profonda, più intima, più sentita.
Non è come quei commenti copiati e stra-copiati dal web.
Complimenti, se questo rispecchia il tuo animo, devi essere davvero un essere speciale.

"Sembra che il mondo si sia appiattito, che abbia perso le sue dimensioni. Nessuna virgola, pensieri come colpi di mitragliatrice a lasciare residui, partizioni: di queste case, di tanti. Muri e persone: di tanti un niente."-stupenda questa parte.

StePius ha detto...

Grazie LadyMillion,
ma il merito più grande è sempre del poeta, molto meno di chi lo commenta.
Comunque ognuno è speciale, quindi sì, un po' lo sono anche io e di certo anche tu.

Anonimo ha detto...

ciaos

Anonimo ha detto...

ma io nn ho capito.. ma qst invece di combattere la guerra se ne stava a scrivere poesie???
certo ke è proprio un'ignorante e condivido il commento di ki ha dtt ke sta poesia e 1 minkiata xke lo è davverooooo...poi certe xsn ke apprezzano ste poesie nn conoscono la vera arte della tv e del computer e come ha dtt uno "ma andate a mori 'ammazzatiiiii" !!!!!!1

Anonimo ha detto...

sta poesia fa letteralmente schifo!!!!!!

Anonimo ha detto...

ah ah ah!!!!certo che il commento di un tizio Anonimo che dice 'certo che è proprio UN'IGNORANTE....' è da mettere sul desktop!! Ragazzo, la parola ignorante quando è maschile non vuole l'apostrofo con 'un',chi è il vero ignorante mo?

Anonimo ha detto...

sentite ognuno ha la sua opinione ce a chi fa scifo e ce a chi piace basta solo non finire con insulti

Anonimo ha detto...

Questa poesia è semplicemente fantastica! In qualche commento prima del mio, qualcuno ha scritto che non conosciamo l'arte della tv e del computer..Ma perchè la tv e il computer rappresentano l'arte?! Ungaretti in questa poesia esprime tutta la sofferenza provata nei campi di guerra, e io la reputo una poesia bellissima!

Anonimo ha detto...

questa poesia me l' hanno data d studiare a scuola.. sinceramente credevo che fosse solo una perdita di tempo... poi l' ho letta e tutto è cambiato... questa poesia è stupenda, le parole hanno un senso profondo!!!! ungaretti è un genio... nelle sue parole c'è tristezza , ma coraggio . tra tutte le poesie che ho letto o studiato questa è la migliore

Anonimo ha detto...

Questa poesia é stupenda, é ricca di significato.

Anonimo ha detto...

la poesia di Ungaretti è molto bella e non vedo il perchè delle vostre cretinate.

Anonimo ha detto...

che merda....

Antonio Magnolo ha detto...

Ricordo di quand’ero fanciullo, forse in prima media, d’aver imparato a memoria questo testo, ma solo adesso, che gli anni di vita pesano sulle spalle insieme ai ricordi di incontri con la morte, ho avvertito in questi versi e nelle singole parole che li compongono aghi di spine pungenti che feriscono il corpo e l’anima, che si conficcano nel cuore. Forse questi versi, inconsciamente, mi hanno ispirato a scrivere, io stesso, un testo per esprimere quanto da me avvertito al passaggio, a volte incomprensibile, di sorella morte. E sono i miei umili versi, al confronto di quelli del sommo vate, che propongo come commento.

Sol rimane il vuoto

Come di bosco ceduo,
cadono ad uno ad uno
alberi secolari,
giovani arbusti
o polloni appena nati,
così di tanti
che ho conosciuto
sol rimane il vuoto.

Frammenti di vita
colmano le assenze:
scambio di opinioni,
aspre controversie,
una stretta di mano,
un semplice sorriso.

Sradicati
dal tempo predestinato,
han portato via,
nelle loro radici
incastonati,
brandelli del mio cuore
e solo nella rimembranza
vivi.
Antonio Magnolo